Dagli Appennini alle Ande

Cafoni e indios, l’educazione della terra

La situazione attuale ci obbliga a recuperare e inventare nuove e diverse modalità di convivenza,con processi educativi, culturali e politici che riconsiderino radicalmente il concettostesso di sviluppo, praticando un cambiamento di paradigma: dal capitale fondatosulla crescita esponenziale dei profitti che si concentrano in poche mani alla valorizzazionedei fattori umani, sociali e ambientali di cui le civiltà contadine e i popoli originari, dasempre, sono promotori. Le loro forme di organizzazione sociale, basate su un sistema dicoesistenza tra natura e uomo, non sono state liquidate perché incompatibili con il progressoo la modernità, ma perché incompatibili con la concentrazione dei beni in base alleleggi di mercato, che ancora oggi continuano a voler sopprimere l’educazione e il mondosocio-economico contadino, i popoli indigeni, la loro cultura, la loro natura, il loro socialismoprecapitalista, la Madre Terra (Pacha Mama).

S’intende che la categoria del «Sud», in questo libro, non riguarda solo una collocazionegeografica, e nemmeno una ormai tradizionale categoria socio-economica, che identifica ipaesi sottosviluppati con il «Sud del mondo».

Facendo la spola tra le due sponde dell’Oceano, attraverso un volo ideale dagli Appennini alle Ande, raccontando storie e pratiche secolari dei cafoni del Sud e degli indios boliviani,emerge in queste pagine lo spaccato di un’educazione e una pratica socio-politica dipopoli capaci di un equilibrio produttivo con la natura, di saggezza redistributiva nell’amministrazionedi ricchezze e risorse, portatrici di un’idea alternativa di progresso che nonsi appiattisce sulla ricerca del profitto.

Ma non è un libro nostalgico, bensì una proposta educativa oltre che sociale e politica:dietro la rappresentazione di quello che abbiamo perduto nella larga mareggiata capitalista,c’è la consapevolezza di ciò che è sopravvissuto. E di ciò che può – e deve – essere riconquistatoalla civiltà dei popoli per una nuova socialità del XXI secolo, si chiami questagiustizia, socialismo, Pacha Mama.

23 maggio 2012
Condividi:

Ultime Pubblicazioni

01 marzo 2017
07 settembre 2016
10 novembre 2015
14 gennaio 2015
18 gennaio 2014
10 gennaio 2014
20 dicembre 2013
11 dicembre 2013
16 settembre 2013
18 marzo 2013
29 maggio 2012
03 maggio 2012
02 maggio 2012
27 aprile 2012

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati